19 Giugno 2019
[]

News

II ruolo di Maria nella salvezza dell´umanità

03-10-2014 18:35 - News CIF Provinciali
Si è svolto nella sala Pegaso del palazzo della Provincia a Grosseto il convegno "Il ruolo di Maria nella salvezza dell´umanità" organizzato dal CIF Provinciale di Grosseto in collaborazione con il CESVOT
Erano presenti le aderenti al CIF provinciale e numerosi ospiti per un totale di .circa 100
persone. La presidente Sabatini, dopo un breve saluto e la presentazione delle attività del
CIF provinciale, ha ringraziato gli intervenuti e soprattutto il CESVOT per il cofinanziamento che ha reso possibile l´iniziativa.
Mon. Rodolfo Cetoloni, Vescovo di Grosseto, si è rivolto agli intervenuti ringraziando per la scelta del tema e dichiarandosi vicino a tutte le realtà associative ed ecclesiali come il CIF.
Il Vescovo ha invitato tutti a seguire il Sinodo sulla famiglia come stimolo di riflessione e pista di lavoro futuro.
La dottoressa Barbara Pandolfi, relatrice del convegno, ha parlato di Maria come figura fondamentale e primaria nella storia della salvezza. Il centro del mistero cristiano è l´incarnazione ed in questo mistero Maria è il fulcro centrale: il suo "sì" è l´inizio della storia della Chiesa. La figura di Maria è stata trattata soprattutto in chiave teologica: Dio si fa uomo attraverso sua Madre e rende gli uomini fratelli tra loro e fratelli di Dio. Maria è anche una figura estremamente moderna, è giovane, forte, audace e sa disobbedire agli uomini per obbedire a Dio. L´alleanza tra l´Umanità e Dio nasce con Lei perché è Lei il tramite ed il legame stretto tra il sacro e l´umano.
La dottoressa Irene Sabatini, storica dell´arte, ha parlato del culto mariano nell´arte sacra medioevale. Il suo è stato un percorso attraverso le immagini nella produzione artistica medioevale, nell´arte sacra e nel culto devozionale. Partendo dall´arte cristiana primitiva con le immagini delle catacombe di Santa Priscilla la dottoressa ha guidato i presenti in un percorso artistico tra arte bizantina, iconografia orientale, e rivoluzione pittorica del tredicesimo e quattordicesimo secolo fino a giungere alla regalità di Duccio di Boninsegna
e l´austerità di Giotto.
L´incontro si è concluso con un partecipato dibattito e buffet di saluto.

CIF Toscana Bilancio Sociale di Rete 2010-2013

[]

[Realizzazione siti web www.sitoper.it]